Come Risparmiare Carburante in Modo Molto Semplice

In questi tempi di crisi è molto importante trovare un modo per risparmiare: quando parliamo di risparmio, però, erroneamente pensiamo che il concetto di risparmio possa adattarsi esclusivamente alla spesa ed ai prodotti alimentari, ma in realtà con qualche piccolo accorgimento e con qualche consiglio possiamo essere in grado di ampliare il nostro risparmio anche ad altri beni utili.

Tra questi spicca sicuramente il risparmiare benzina: il caro-carburante sta mettendo in ginocchio molti appassionati guidatori, e questo è decisamente un problema soprattutto per chi è costretto, per i più svariati motivi, ad utilizzare quotidianamente l’automobile.

Anche se la situazione sembra diventare sempre più difficile e sempre più a sfavore di chi utilizza l’automobile come unico mezzo per i propri spostamenti, esistono comunque dei trucchetti per risparmiare benzina ed in alcuni casi anche per rendere meno costosi i nostri viaggi in macchina.

Vediamo insieme quali sono
L’automobile è un mezzo molto comodo, ma non è sempre così necessario. Ci sono moltissime persone che non riescono a fare a meno della macchina anche solo per spostarsi nel giro di qualche chilometro: se è vero che da una parte ci sono alcuni tragitti per i quali l’uso dell’automobile è indispensabile, è anche vero che in molti casi esso dipende più dalla nostra comodità che da una reale necessità. Quando dobbiamo fare dei brevi spostamenti, impariamo a fare a meno dell’automobile: questo modo non solo ci consente di risparmiare benzina, ma l’impatto sarà notevole anche sul portafogli e sulla forma fisica;
Se camminare a piedi non ci piace, perché non spostarsi in bicicletta? In questo modo riduciamo l’impatto ambientale, risparmiamo carburante e facciamo anche del bene al nostro corpo ed alla nostra mente: d’altronde, non si dice che “mens sana in corpore sano?”
Se il posto di lavoro si trova lontano dalla nostra abitazione, è normale che vi sia la necessità di raggiungerlo con l’automobile, che è un mezzo molto più veloce rispetto alla bicicletta. Ma quando la sede del nostro ufficio si trova in una posizione ben servita dai mezzi pubblici, non è da disdegnare l’idea di rinunciare all’automobile e spostarsi in tram: così facendo riduciamo considerevolmente le spese – l’acquisto di un abbonamento, per quanto “costoso”, non supera mai il dispendio economico per il carburante – ma anche il traffico e lo smog;
Se proprio non potete fare a meno dell’automobile, sappiate che anche non rinunciando alla comodità degli spostamenti in macchina si può risparmiare carburante e ridurre i costi, in diversi modi:

Iscrivetevi a qualche programma di bonus/premi nel settore automobilistico: basta fare qualche veloce ricerca su internet per trovare siti di sondaggi che offrono come incentivo ai propri clienti dei punti cumulabili per il raggiungimento di un pieno del valore variabile. Con un po’ di impegno, potrete usufruire di vantaggi anche per fare benzina!
Quando siete su strada, adottate questi semplici accorgimenti: spegnete il motore quando siete in coda o siete fermi al semaforo; testate sempre la condizione di pneumatici; non sovraccaricate il portapacchi di pesi inutili; adottate una manutenzione puntuale dei filtri dell’aria e delle candele di accensione.
Questi semplici accorgimenti vi permetteranno di risparmiare benzina e avere qualche soldo in più!!

Come Lavorare in Bennet

Bennet è una catena di ipermercati italiana in costante crescita e in continuo rinnovamento: essa nasce nel 1964 a Como, e adesso, dopo circa 45 anni di impegno e di lavoro continuo alla ricerca del perfezionamento del rapporto con i clienti, l’azienda vanta una presenza in diverse regioni del Nord Italia, in particolare in Piemonte, in Emilia Romagna, in Veneto, in Friuli Venezia Giulia e in Liguria.

L’azienda, che è una delle leader in fatto di supermercati, è una catena sempre all’avanguardia che ad oggi conta un personale di circa 8.200 dipendenti ed una presenza in circa 67 ipermercati suddivisi tra Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Liguria.

Come candidarsi per lavorare con Bennet?

Le possibilità sono diverse: prima di tutto bisogna collegarsi al sito Internet dell’azienda, ovvero Bennet e cercare la sezione dedicata al lavoro, ovvero “bennet lavora con noi”, che si trova all’indirizzo web Bennet lavora Con Noi.

Qui, in questa sezione, si trovano diverse posizioni aperte e messe in evidenza, che si suddividono per profilo richiesto, sede di lavoro, e requisiti richiesti: cliccando su ognuna delle posizioni aperte, si può quindi leggere il testo relativo alla ricerca di lavoro proposta per quella determinata posizione ed eventualmente candidarsi ad essa cliccando sul link “Candidati”.

In alternativa, qualora non vi fosse tra le possibilità quella che maggiormente si avvicina al proprio profilo, si può inviare una propria candidatura spontanea scegliendo tra le regioni e le province maggiormente vicine alla propria residenza e più pertinenti al proprio profilo.

Come Lavorare in CheBanca

CheBanca è un progetto italiano, con lo scopo di garantire ai clienti ciò di cui essi hanno bisogno, ovvero risparmio e sicurezza: questo istituto bancario fa parte del Gruppo Mediobanca, che vanta una tradizione di circa 60 anni nel campo economico assistendo con onore la clientela nei suoi processi di sviluppo imprenditoriale.

Chi volesse intraprendere un percorso di lavoro con Che Banca!, deve quindi fare capo al Gruppo MedioBanca, e collegarsi, prima di tutto, al sito Internet del gruppo bancario, ovvero CheBanca.it, cercando la sezione dedicata ad opportunità e carriere.

Nella sezione “Che Banca! Lavora con noi”, infatti, si possono trovare comodamente molte informazioni sul lavoro con questo gruppo bancario, oltre, ovviamente, alla possibilità di inviare il proprio curriculum vitae registrandosi al sito per permettere all’azienda di incrociare i dati dei potenziali collaboratori con quelli richiesti dai propri annunci di lavoro.

Collegandosi quindi alla sezione indicata a questo link: CheBanca lavora con noi, si può quindi procedere all’invio del proprio curriculum vitae aggiornato, presentando quindi per “Che banca!”, una propria autocandidatura spontanea.

Al momento, infatti, pare che il gruppo bancario non dia la possibilità di visualizzare eventuali offerte di lavoro, annunci o posizioni aperte, quindi l’unico consiglio che vi possiamo dare è quello di candidarsi autonomamente sul sito, cliccando sulla parte in basso “Invia il tuo CV”.

Come Lavorare in Conbipel

L’azienda Conbipel è una delle aziende più importanti e rinomate nel settore dell’abbigliamento e della moda: fondata nel 1958 a Cocco D’Asti ad opera di un piccolo produttore di pelle, l’azienda sta crescendo sempre di più e dalla piccola realtà artigianale che era in origine, è diventata, nel corso degli anni, una importante azienda di abbigliamento.

Il successo dell’azienda è dovuto principalmente alla qualità elevata dei prodotti e delle manifatture, che ha permesso all’azienda di espandersi in tutta Italia e di farsi conoscere come una delle migliori imprese italiane del settore.

La Conbipel, poi, è un’azienda in continua espansione ed alla continua ricerca di personale e di collaboratori da inserire nel suo organico: per questo, lavorare con la Conbipel può essere un’ottima idea per crescere professionalmente e per affermarsi in un team dinamico e produttivo, oltre che molto apprezzato e conosciuto in tutta Italia.

Come lavorare dunque per la Conbipel?

Il primo passo è quello di collegarsi al sito Internet dell’azienda, ovvero Conbipel.it, e cercare la sezione apposita dedicata al lavoro ed alle opportunità di carriera, ovvero “Conbipel lavora con noi”: questa sezione, che possiamo trovare all’indirizzo Conbipel lavora con noi , rappresenta un vero e proprio luogo virtuale nel quale ci si può iscrivere e creare il proprio profilo per entrare in contatto con le persone che lavorano al progetto Conbipel.

Su Conbi Job – questo il nome del luogo virtuale – si possono quindi visualizzare le offerte di lavoro, vedere le posizioni aperte, ma anche creare un proprio profilo personale che consentirà all’azienda di valutare il vostro curriculum ed eventualmente di incrociare i vostri dati con le loro offerte di lavoro.

Come Lavorare in Coop

L’azienda Coop rappresenta un sistema di Cooperative di Consumatori, con oltre 6 milioni e mezzo di Soci, 1.394 punti vendita, un giro d’affari di 12 miliardi di euro e oltre 55.000 dipendenti (dati 2007).

Ad oggi, essa è considerata una delle catene di Supermercati più interessante dal punto di vista non solo del rapporto qualità-prezzo, ma anche sotto il profilo del rapporto tra il consumatore (il cliente) e l’azienda stessa, che si fa notare principalmente per trasparenza, cordialità e vicinanza al cliente.

Lavorare in Coop significa quindi prima di tutto essere pienamente consapevoli della qualità richiesta dall’azienda in fatto di rapporto con il potenziale cliente e di valori di trasparenza, obiettività e di cooperazione: l’azienda vanta ad oggi 150 anni di storia e 135 Società Cooperative, di piccola, media o grande dimensione, ed è presente in 17 regioni italiane su 20.

Per lavorare in Coop, si può utilizzare il portale stesso dell’azienda al sito Internet e-coop.it: cliccando nella sezione “Coop lavora con noi” o “Careers” presente sul sito, si raggiunge la sezione e-coop Lavora Con Noi, che è direttamente collegato con l’offerta-richiesta di lavoro e con la possibilità di caricare il proprio curriculum inviando così una propria autocandidatura.

Nella sezione Offerte di lavoro, al seguente indirizzo Internet, e-coop.it Lavora Con Noi, si possono visualizzare le diverse posizioni aperte, e, nel caso in cui i requisiti richiesti corrispondano al proprio profilo, ci si può candidare alla posizione o alle posizioni di propria pertinenza.

In alternativa, nella sezione “Invia il tuo CV”, si può proporre spontaneamente la propria candidatura scegliendo la provincia e la città di proprio interesse e caricando i propri dati sul sito.