Come Risparmiare sul Mutuo

Per ottenere i preventivi di più mutui, ecco la guida per risparmiare online: indicazioni semplici e utili per un confronto chiaro e preciso delle varie possibilità offerte dal mercato.

Prima di tutto bisogna confrontare quante più proposte possibili, non fermandosi alla prima, anche se sembra perfetta per le proprie esigenze. Attraverso i form di richiesta raggiungibili con link presenti sul sito sarà poi possibile accedere ad un’interessante opportunità di risparmio.

Tutte le banche offrono sul loro portale uno strumento di calcolo del mutuo veloce ed intuitivo, grazie al quale sarà possibile avere un preventivo dettagliato in pochi minuti. In questo modo si potrà conoscere con certezza cosa effettivamente quella banca offre, e confrontarlo con le soluzioni offerte dagli altri istituti di credito.

Quando si decide di accendere un mutuo, bisogna ricordare che la banca chiederà una cifra di partenza per poterlo accendere: cifra che cambia a seconda del valore dell’immobile, ma che dovrà comunque essere significativa. Per l’acquisto di un appartamento di medie dimensioni, ad esempio, è difficile che la richiesta sia inferiore ai 100.000 euro.

In secondo luogo, si dovrà decidere, in base alle proprie possibilità, per quanto tempo prolungare il mutuo, se 5, 10, 20 o più anni. Anche a seconda della durata del mutuo potrà cambiare il tasso di interesse applicato dalla banca.
Evitare di richiedere un finanziamento prima di formulare la richiesta per il mutuo; la banca potrebbe infatti non concedere il mutuo stesso, in ragione del fatto che il cliente potrebbe non riuscire a far fronte ad entrambe le scadenze mensili.

Nel momento in cui si calcola il preventivo del proprio mutuo, si dovrà anche decidere se il tasso da applicare è fisso o variabile, e in base a questo calcolare gli interessi per ogni mese. Il tasso fisso prevede gli stessi interessi per tutta la durata del mutuo, mentre il tasso variabile cambia a seconda del mercato. Si consiglia generalmente il tasso fisso, più sicuro e certo, dal momento che il tasso variabile potrebbe portare a pagare interessi molto elevati. Generalmente chi sceglie quest’ultimo spera in generosi ribassi del mercato.

Da tenere presente anche la penale che ogni banca applica in caso di estinzione anticipata; il tetto massimo è del 4% del totale, ma pochi punti percentuali potrebbero fare la differenza, soprattutto se si parla di cifre importanti.

Infine, la possibilità di contrarre un’assicurazione sul mutuo è molto importante: potrebbe servire ad esempio in caso di morte di chi ha stipulato il mutuo stesso, o in caso di malattia o infortunio sul lavoro. In tutti questi casi, la polizza assicurativa coprirà la o le rate mensili del mutuo che l’assicurato è impossibilitato a pagare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *