Come Diventare Certificatore Energetico

L’obbligo della certificazione energetica, ha creato una nuova professione : il certificatore energetico.

Chi è il certificatore energetico?
Risulta essere un tecnico abilitato ad effettuare una ‘diagnosi energetica’ di un immobile con lo scopo di attribuire una classificazione allo stesso edificio che verrà inserita in un documento specifico.

Si tratta di un professionista che è in possesso di almeno un titolo di studio previsto dalla normativa e quindi, in grado di effettuare i calcoli e le verifiche sugli immobili, i vari impianti, anche attraverso la valutazione di una serie di documenti che fanno riferimento ai vari apparati.

Come si diventa certificare energetico.
Occorre chiarire sin da subito che c’è una normativa nazionale che poi a livello delle singole regioni o province autonome, prevede delle variazioni, non consistenti ma talvolta importanti.

Quindi, non esiste una uniformità su tutto.

Per accedere a questa professione è necessario disporre di un titolo di studio adeguato ed orientato a questa professione.

Per i diplomati :
geometra, perito industriale, perito agrario, oppure, essere in possesso di una laurea tecnica, quale ad esempio :
ingegneria, architettura, matematica e fisica, chimica, scienze ambientali, scienze agrarie e scienze tecnologiche forestali ed ambientali.

Queste sono indicazioni generali, poi, è bene rivolgersi direttamente agli uffici della propria regione o provincia autonoma (se si risiede in una provincia autonoma) per avere il dettaglio dei requisiti previsti sul proprio territorio.

Occorre anche ricordare che per alcuni titoli di studio e per la normativa riguardante i corsi di abilitazione, ci sono alcune discordanze fra regione e regione.

I corsi per diventare certificatore energetico.

Come in ogni settore ormai il business dei corsi è presente anche qui.

I costi di un corso di qualche decina di ore variano e comunque sono mediamente compresi fra poche centinaia di euro e poco più di 1500 euro.

Normalmente, a fine corso è previsto un esame per poi potersi iscrivere al registro regionale dei certificatori energetici.

Come cominciare l’attività.
Come ogni professionista, è importante sapersi organizzare e gestire nell’arco della giornata e pianificare ogni aspetto della propria professione.

Questo vuol dire che il certificare energetico dovrà imparare a ‘cercarsi lavoro’ presso una serie di figure professionali che in genere ricevono richieste da parte di potenziali clienti (i proprietari di immobili), in particolare, coloro che hanno la necessità di vendere l’edificio.

Significa che : amministratori di condominio, agenti immobiliari, imprenditori edili, ecc., sono alcuni dei punti di riferimento per ottenere consulenze e lavoro.

Diventare certificatore energetico. Le prospettive.
Il mercato potenziale è ampio anche perché tutti gli immobili prima o poi, dovranno essere muniti del proprio certificato.

Quindi, una quantità molto vasta di edifici da ‘certificare’ nel corsi dei prossimi anni.

La concorrenza è certamente vasta e destinata a crescere a causa della crisi che sta spingendo molti disoccupati e professionisti del settore edile verso questa attività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *